Interventi nel Nord Italia

Per collaborazioni professionali scrivi a
Arch. Luca Sisti

Vapore e condense: nemici invisibili nelle case moderne

Le case di una volta non erano progettate per l’efficienza energetica. Non ci si preoccupava di spifferi o tenuta all’aria. Oggi, invece, l’isolamento e la tenuta all’aria sono cruciali per raggiungere un’alta efficienza energetica.

Cosa significa casa sigillata?

Non significa una casa impermeabile al vapore, ma una casa senza difetti di tenuta che permettono all’aria calda e umida di fuoriuscire incontrollata.

Perché il vapore è un problema?

Nelle case moderne, il vapore acqueo tende a spostarsi verso l’esterno in inverno e verso l’interno in estate. Se incontra materiali con un’alta resistenza al passaggio del vapore, come ad esempio un intonaco cementizio, può condensare e creare problemi come muffa e distacchi di intonaco.

Come scegliere i materiali giusti?

Bisogna considerare il coefficiente di resistenza al passaggio del vapore (μ) e lo spessore equivalente d’aria (Sd) del materiale. Un materiale con un basso μ e un alto Sd sarà molto permeabile al vapore e quindi adatto a limitare la condensa.

Esempi di spinte di vapore:

  • Inverno: il vapore acqueo all’interno della casa tende a spostarsi verso l’esterno più freddo. Se incontra un materiale con un’alta resistenza al passaggio del vapore, può condensare e creare muffa.
  • Estate: l’aria esterna calda e umida tende a spostarsi verso l’interno più fresco. Se incontra un materiale con un’alta resistenza al passaggio del vapore, può condensare e creare condensa sulle superfici interne.

Scegliendo i materiali giusti e sigillando correttamente la casa, è possibile evitare i problemi causati dal vapore acqueo e ottenere un ambiente sano e confortevole.

Altri consigli:

  • Installare un sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC) per ricambiare l’aria interna e controllare l’umidità.
  • Monitorare l’umidità interna con un igrometro.
  • Evitare di appendere panni bagnati in casa.
  • Usare deumidificatori in ambienti particolarmente umidi.

Con un po’ di attenzione, è possibile vivere in una casa moderna efficiente e confortevole senza problemi di vapore acqueo.

Come ottenere un ambiente sigillato

Perché sigillare l’ambiente?

Sigillare un ambiente significa renderlo impermeabile all’aria, impedendo infiltrazioni e perdite di aria calda o fredda. Questo si traduce in un aumento dell’efficienza energetica, con un conseguente risparmio sulle bollette. Inoltre, un ambiente sigillato è più confortevole, in quanto privo di spifferi e rumori esterni.

Come sigillare un ambiente?

Esistono diverse tecniche per sigillare un ambiente, a seconda del tipo di costruzione:

Costruzioni tradizionali (blocchi di laterizio o muratura):

  • Strato interno: Lo strato interno svolge un ruolo fondamentale nella tenuta all’aria, chiudendo buchi e fessure e regolando il passaggio del vapore verso l’esterno.
  • Strato esterno: Protegge la parete dalle intemperie e dai rumori esterni.

Costruzioni in legno:

  • Nastri e teli: Vengono utilizzati come una sorta di “intonaco tecnologico” per sigillare le fessure e frenare il passaggio del vapore, evitando la condensa interstiziale che danneggerebbe il legno.

Sigillatura del telaio fisso della finestra:

Fondamentale per qualsiasi tipo di costruzione, la sigillatura del telaio fisso della finestra alla parete impedisce infiltrazioni d’aria.

Sigillatura degli impianti:

I punti di passaggio degli impianti (tubi, cavi elettrici) sono spesso sottovalutati. È importante sigillare accuratamente questi punti per evitare perdite d’aria.

Consigli:

  • Prestare attenzione ai dettagli: anche piccole fessure possono compromettere la tenuta all’aria.
  • Utilizzare materiali e sigillanti di alta qualità.
  • Affidarsi a un professionista per la sigillatura degli impianti.

Sigillando correttamente l’ambiente, si ottengono numerosi vantaggi:

  • Maggiore efficienza energetica
  • Risparmio sulle bollette
  • Maggiore comfort
  • Migliore qualità dell’aria
  • Riduzione del rumore

Sigillare l’ambiente è un investimento che si ripaga nel tempo.

Gestire la migrazione del vapore: una sfida per l’edilizia moderna

L’importanza di una corretta gestione del vapore acqueo nelle costruzioni è spesso sottovalutata. La scelta di materiali da costruzione, isolanti, teli e membrane impermeabilizzanti deve tenere conto di questo fenomeno per evitare danni a lungo termine come le condense interstiziali.

Materiali innovativi per il trasporto attivo del vapore

Esistono membrane non porose in grado di trasportare attivamente l’umidità verso l’esterno, riducendo la resistenza alla diffusione del vapore. Questo processo richiede solo un gradiente minimo di pressione del vapore.

Perché la scelta dei materiali è fondamentale

La scelta accurata dei materiali non solo protegge il tetto dalle intemperie, ma garantisce che lo strato isolante rimanga asciutto e performante nel tempo. Sottovalutare questo aspetto può portare a condense interstiziali con gravi conseguenze.

Concetti chiave da conoscere:

  • Temperatura di rugiada: la temperatura alla quale l’aria diventa satura di vapore acqueo (umidità relativa del 100%).
  • Umidità assoluta: la quantità di vapore acqueo (in grammi) presente in un kg di aria secca.
  • Umidità relativa: la percentuale di vapore acqueo presente nell’aria ad una certa temperatura.
  • Umidità di saturazione: la massima quantità di vapore acqueo che può rimanere sospeso nell’aria a una data temperatura, oltre la quale si verifica la condensa.

Consigli pratici:

  • Investire tempo nell’analisi della stratigrafia del tetto e nella scelta dei materiali.
  • Non affidarsi solo all’umidità relativa per valutare l’umidità in casa e all’esterno.
  • Utilizzare un termoigrometro che fornisca la temperatura di rugiada per avere un quadro completo.
  • Prestare attenzione ai ponti termici, dove l’umidità può condensare e favorire la formazione di muffa.

Gestire correttamente la migrazione del vapore è un investimento per la salute e la durata della propria casa.


Condividi l'articolo

Articoli relativi