Progettazione e consulenza in tutto il territorio Nazionale

Tutto sulla VMC (ventilazione meccanica controllata)

Cos’è la VMC

La VMC (Ventilazione Meccanica Controllata) è un sistema di ventilazione che utilizza un ventilatore per estrarre l’aria viziata da un ambiente e sostituirla con aria fresca proveniente dall’esterno. La VMC è una tecnologia utilizzata in molti edifici per migliorare la qualità dell’aria interna e ridurre l’umidità e gli odori sgradevoli.

Esistono diversi tipi di VMC, ma in generale funzionano tutti secondo lo stesso principio: l’aria viene estratta dalle stanze umide come bagno, cucina e lavanderia e sostituita con aria fresca prelevata dall’esterno. In questo modo, l’aria interna viene costantemente rinnovata e la qualità dell’aria viene migliorata.

La VMC può essere di due tipi: a flusso singolo o a flusso doppio. La VMC a flusso singolo estrae l’aria viziata solo dalle stanze umide, mentre la VMC a flusso doppio preleva l’aria viziata sia dalle stanze umide che da quelle asciutte.

La VMC può essere utilizzata in combinazione con altri sistemi di riscaldamento e raffreddamento per migliorare ulteriormente la qualità dell’aria interna e il comfort abitativo complessivo.

VMC PUNTUALI

La VMC puntuale (o VMC localizzata) è un tipo di sistema di ventilazione che prevede l’installazione di piccoli ventilatori in punti strategici dell’edificio, come ad esempio il bagno o la cucina. Questi ventilatori sono in grado di estrarre l’aria viziata direttamente dalla fonte, ad esempio dai fornelli della cucina o dalla doccia, senza dover ventilare l’intero edificio.

La VMC puntuali è una soluzione più economica rispetto alla VMC centralizzata, ma può essere meno efficace nel garantire una ventilazione adeguata dell’intero edificio. Inoltre, può comportare un aumento del rumore a causa della presenza dei ventilatori.

Tuttavia, la VMC puntuale può essere una soluzione adeguata per edifici di piccole dimensioni o per stanze specifiche che richiedono una ventilazione più intensa, come il bagno o la cucina. Inoltre, può essere utilizzata in combinazione con altri sistemi di ventilazione per migliorare ulteriormente la qualità dell’aria interna e il comfort abitativo complessivo.

PUNTUALI A FLUSSO SINGOLO O DOPPIO FLUSSO

La VMC puntuale a flusso singolo estrae l’aria viziata solo dalle stanze umide, come il bagno e la cucina, e la sostituisce con aria fresca dall’esterno. Questo sistema è abbastanza semplice da installare e può essere una soluzione efficace per edifici di piccole dimensioni o per stanze specifiche che richiedono una ventilazione più intensa.

Tuttavia, la VMC puntuale a flusso singolo ha alcune limitazioni. Innanzitutto, non garantisce una ventilazione adeguata dell’intero edificio, ma solo delle stanze in cui sono installati i ventilatori. Inoltre, il flusso d’aria può essere influenzato dalla presenza di altre aperture, come finestre o porte, che possono creare flussi d’aria indesiderati.

La VMC puntuale a doppio flusso prevede l’installazione di un sistema di ventilazione meccanica controllata che estrae l’aria viziata dalle stanze umide e la sostituisce con aria fresca dall’esterno, ma con l’aggiunta di un recupero di calore. Questo sistema è più complesso da installare, ma garantisce una maggiore efficienza energetica, poiché il calore presente nell’aria estratta viene recuperato e utilizzato per riscaldare l’aria fresca che entra nell’edificio.

In generale, la VMC puntuale a doppio flusso è più efficiente e garantisce una ventilazione più uniforme dell’intero edificio, ma richiede un maggior investimento iniziale e una maggiore manutenzione. La scelta tra i due sistemi dipende dalle esigenze specifiche dell’edificio e dalle preferenze dell’utente.

VMC centralizzata

La VMC centralizzata, o sistema di ventilazione meccanica controllata centralizzato, è un sistema di ventilazione che prevede l’installazione di un unico sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC) che estrae l’aria viziata da tutte le stanze dell’edificio e la sostituisce con aria fresca dall’esterno. La VMC centralizzata è quindi in grado di garantire una ventilazione uniforme di tutto l’edificio, riducendo al minimo le perdite di calore e aumentando il comfort abitativo.

Nella VMC centralizzata a flusso singolo, l’aria viziata viene estratta e l’aria fresca viene insufflata attraverso gli stessi condotti. Nella VMC centralizzata a flusso doppio, invece, l’aria viziata e l’aria fresca sono separate e circolano in due diversi circuiti.

La VMC centralizzata richiede un’installazione più complessa rispetto alla VMC puntuale e richiede la predisposizione di una rete di condotti che collega tutte le stanze dell’edificio al sistema di ventilazione centrale. Tuttavia, questo sistema è in grado di garantire una migliore qualità dell’aria e un maggior risparmio energetico, poiché l’aria estratta viene recuperata per riscaldare l’aria fresca che entra nell’edificio.

La scelta tra la VMC centralizzata e la VMC puntuale dipende dalle esigenze specifiche dell’edificio e dalle preferenze dell’utente, nonché dal budget disponibile per l’installazione e la manutenzione del sistema.

Uniformità delle temperature negli ambienti

La VMC, o sistema di ventilazione meccanica controllata, può avere un impatto sulla uniformità delle temperature all’interno degli ambienti dell’edificio. In particolare, una corretta ventilazione e un ricambio d’aria costante, garantito dalla VMC, possono contribuire a mantenere una distribuzione uniforme della temperatura in tutti i locali dell’edificio.

La VMC aiuta a evitare l’accumulo di aria viziata e umida, che può portare alla formazione di punti di condensa e alla creazione di zone fredde o calde all’interno degli ambienti. Inoltre, la VMC può contribuire a ridurre le perdite di calore, garantendo un migliore isolamento termico dell’edificio.

Tuttavia, la distribuzione uniforme delle temperature dipende anche da altri fattori, come la disposizione e l’isolamento degli impianti di riscaldamento e raffreddamento, la presenza di fonti di calore interne ed esterne, la posizione e l’esposizione delle finestre e la presenza di ponti termici. Pertanto, la VMC da sola non può garantire una distribuzione uniforme delle temperature, ma può contribuire a creare le condizioni ideali per il comfort abitativo.

Deumidificazione degli ambienti

La VMC, o sistema di ventilazione meccanica controllata, può contribuire alla deumidificazione e al raffrescamento degli ambienti, ma solo in modo limitato e dipendente dalle specifiche caratteristiche dell’impianto e del clima locale.

La VMC può contribuire alla deumidificazione degli ambienti prelevando l’aria umida dai locali e sostituendola con aria fresca e secca dall’esterno. Tuttavia, questo processo può avere un effetto limitato in ambienti particolarmente umidi o in presenza di fonti di umidità interna, come ad esempio la cottura dei cibi, il lavaggio e l’asciugatura della biancheria o la presenza di piante.

Per quanto riguarda il raffrescamento degli ambienti, la VMC può contribuire a migliorare la qualità dell’aria e a ridurre la temperatura interna prelevando l’aria calda dai locali e sostituendola con aria fresca dall’esterno. Tuttavia, la VMC da sola non è in grado di fornire un reale sistema di raffrescamento, ma può essere integrata con altri sistemi di climatizzazione, come l’aria condizionata o il raffrescamento ad evaporazione.

In ogni caso, la capacità della VMC di contribuire alla deumidificazione e al raffrescamento dipende dalle specifiche caratteristiche dell’impianto, dalla corretta dimensione e installazione degli elementi di ventilazione, e dalle condizioni climatiche locali.

Aggregati Compatti VMC+Ventilconvettore

Gli aggregati compatti di VMC con ventilconvettore integrato sono dei sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC) che combinano la funzione di ventilazione con quella di riscaldamento o raffrescamento degli ambienti. Questi sistemi sono costituiti da un unico apparecchio che integra un ventilatore per il ricircolo dell’aria e un ventilconvettore per la climatizzazione dell’aria stessa.

Il ventilconvettore integrato nell’aggregato compatto di VMC sfrutta la stessa rete di distribuzione dell’aria utilizzata per la ventilazione, consentendo di riscaldare o raffrescare l’aria in modo uniforme e senza la necessità di installare un sistema di canalizzazione dedicato. Questo tipo di soluzione è particolarmente indicato per edifici in cui lo spazio disponibile per l’installazione di un sistema di riscaldamento o raffrescamento tradizionale è limitato.

Gli aggregati compatti di VMC con ventilconvettore integrato sono in grado di garantire un elevato comfort termico negli ambienti, poiché consentono di mantenere una temperatura uniforme e controllata in tutti i locali dell’edificio. Inoltre, grazie alla funzione di ventilazione, contribuiscono anche al miglioramento della qualità dell’aria interna, prevenendo la formazione di muffe e condense e limitando la diffusione di inquinanti e allergeni.

È importante sottolineare che l’efficienza e la capacità di questi sistemi dipendono dalle specifiche caratteristiche dell’aggregato, dalla corretta installazione e manutenzione, e dalle condizioni climatiche e termiche esterne.

Condividi l'articolo

Articoli relativi

Architettura Sostenibile e Termotecnica Arch. Luca Sisti

Arch. Luca Sisti

L'architetto Luca Sisti, specializzato nella progettazione di edifici residenziali e in Architettura Sostenibile, è il coordinatore e fondatore dello Studio di Architettura LSARCH dal 2018. Da anni si occupa di progettazione e gestione di interventi di riqualificazione energetica e nuove costruzioni. Le sue competenze principali includono la gestione olistica del progetto e la specializzazione in termotecnica, garantendo soluzioni innovative e sostenibili per ogni tipo di intervento.

programma una consulenza

Compila il modulo sottostante e ti contatteremo a breve.

Informazioni di contatto
Informazioni di contatto