Interventi nel Nord Italia

Per collaborazioni professionali scrivi a
Arch. Luca Sisti

L’umidità residua da costruzione: un nemico nascosto da non sottovalutare

Cos’è l’umidità residua?

L’umidità residua, detta anche da costruzione, è l’acqua presente nei materiali edili che evapora naturalmente con il tempo. La sua presenza è normale, ma se eccessiva può causare seri problemi.

Quali materiali sono più a rischio?

Malte, intonaci, calcestruzzo e massetti sono i materiali che tendono ad accumulare più acqua.

Perché l’umidità residua è un problema?

  • Riduce la durata dei materiali: L’acqua indebolisce le strutture e favorisce la corrosione.
  • Crea muffa e condense: L’ambiente umido favorisce la crescita di muffa, che danneggia le superfici e può causare problemi respiratori.
  • Rende l’aria malsana: L’umidità eccessiva crea un ambiente ideale per batteri e acari, che possono causare allergie e altri problemi di salute.

Come si misura l’umidità residua?

Esistono strumenti specifici come gli igrometri e la termografia.

Come si può prevenire l’umidità residua?

  • Utilizzare materiali con bassa umidità residua.
  • Rispettare i tempi di asciugatura.
  • Eseguire correttamente la ventilazione.
  • Utilizzare deumidificatori se necessario.

Cosa fare se l’umidità residua è eccessiva?

  • Intervenire con deumidificatori professionali.
  • Prevendere arieggiamento naturale
  • Prevedere Ventilazione meccanica Controllata in fase di progettazione
  • Costruire con sistemi a secco, divisori contro pareti e controsoffitti e massetti.
  • Consultare un esperto per individuare la causa del problema e trovare la soluzione più efficace.

Normativa di riferimento

La normativa UNI EN ISO 12572:2016 e la UNI 10329:2018 forniscono indicazioni sui metodi di misurazione e sulle tecniche di controllo dell’umidità residua.

Conclusioni

L’umidità residua è un problema da non sottovalutare. Precauzioni durante la progettazione, la costruzione e l’utilizzo dell’edificio sono fondamentali per evitare danni alle strutture e per la salubrità degli ambienti.

In aggiunta:

  • L’umidità residua è più frequente nelle nuove costruzioni rispetto alle ristrutturazioni.
  • Pioggia, neve, temperature e umidità elevate durante la costruzione possono aumentare l’umidità residua.
  • Una corretta ventilazione degli ambienti aiuta a prevenire la formazione di muffa e condense.
Condividi l'articolo

Articoli relativi