Sede in Lombardia presente nel Nord Italia

Arch. Luca Sisti

Il compito del fotovoltaico nella riqualificazione energetica

Il fotovoltaico

Il fotovoltaico può svolgere un ruolo fondamentale nella riqualificazione energetica degli edifici e dei territori.

Innanzitutto, l’installazione di impianti fotovoltaici sui tetti degli edifici consente di produrre energia pulita e rinnovabile da utilizzare direttamente nell’edificio o da vendere alla rete elettrica nazionale. In questo modo, si riduce la dipendenza dalle fonti fossili e si contribuisce alla riduzione delle emissioni di CO2 e di altri gas serra.

Inoltre, i pannelli fotovoltaici possono essere utilizzati anche come elementi architettonici integrati nell’involucro dell’edificio, sostituendo o integrando le tradizionali finiture edilizie. In questo modo, si possono ottenere importanti vantaggi dal punto di vista energetico, come il controllo del bilancio termico dell’edificio e la riduzione delle dispersioni termiche.

Infine, il fotovoltaico può svolgere un ruolo importante nella riqualificazione energetica di aree urbane e rurali, fornendo energia pulita e rinnovabile per le attività produttive e per le esigenze domestiche delle comunità locali.

In sintesi, il fotovoltaico può contribuire in modo significativo alla riqualificazione energetica degli edifici e dei territori, offrendo soluzioni tecniche efficaci per ridurre il consumo di energia e promuovere lo sviluppo sostenibile.

L’Accumulo Fotovoltaico

L’accumulo fotovoltaico è una tecnologia che consente di immagazzinare l’energia prodotta dagli impianti fotovoltaici, in modo da poterla utilizzare quando necessario, ad esempio durante le ore notturne .

Esistono diverse tecnologie di accumulo fotovoltaico, tra cui le batterie al piombo-acido, al litio, al sodio, al nichel-cadmio e al vanadio-redox, o sistemi basati sull’idrogeno. Le batterie al litio sono attualmente le più utilizzate, grazie alla loro alta efficienza e capacità di stoccaggio.

L’accumulo fotovoltaico consente di aumentare l’autoconsumo dell’energia prodotta dagli impianti fotovoltaici, riducendo la dipendenza dalla rete elettrica nazionale e permettendo di risparmiare sui costi dell’energia elettrica. Inoltre, in caso di black-out, i sistemi di accumulo fotovoltaico possono fornire energia di emergenza per le esigenze domestiche o aziendali.

Tuttavia, gli impianti di accumulo fotovoltaico richiedono un investimento iniziale più elevato rispetto agli impianti fotovoltaici tradizionali e la loro efficienza dipende dalla corretta dimensione e gestione del sistema. Inoltre, le batterie utilizzate per l’accumulo dell’energia possono avere un impatto ambientale negativo, se non smaltite correttamente.

Quanti pannelli installare

La quantità di pannelli fotovoltaici necessaria dipende dalle esigenze energetiche dell’edificio e dalla superficie disponibile per l’installazione degli impianti.

In genere, per determinare la quantità di pannelli fotovoltaici necessaria, è necessario calcolare il fabbisogno energetico dell’edificio e la quantità di energia che può essere prodotta da ogni singolo pannello. Questi calcoli possono essere effettuati da un professionista del settore, come un installatore di impianti fotovoltaici o un consulente / architetto energetico.

Inoltre, è importante tenere conto delle condizioni climatiche locali e dell’orientamento e inclinazione del tetto dell’edificio, poiché queste variabili possono influire sulla produzione di energia dell’impianto fotovoltaico.

Infine, è necessario considerare anche il budget disponibile per l’installazione degli impianti, poiché il costo dei pannelli fotovoltaici può variare a seconda della tecnologia utilizzata e della quantità di energia prodotta.

La quantità di pannelli fotovoltaici necessaria dipende dalle esigenze energetiche dell’edificio, dalle condizioni climatiche locali, dall’orientamento e inclinazione del tetto, e dal budget disponibile. È importante effettuare una valutazione accurata di tutti questi fattori per determinare la dimensione corretta dell’impianto fotovoltaico.

Fotovoltaico con pompa di calore accoppiata vincente

L’installazione di un sistema fotovoltaico con pompa di calore rappresenta un’ottima soluzione per ridurre i costi dell’energia e migliorare l’efficienza energetica dell’edificio. In questo articolo, esploreremo i vantaggi di questa soluzione e come funziona.

La pompa di calore è un sistema di riscaldamento e raffreddamento che utilizza l’energia elettrica per trasferire il calore da una sorgente fredda a una sorgente calda. Questo processo consente di riscaldare o raffreddare gli ambienti a costi inferiori rispetto ai sistemi tradizionali di riscaldamento e raffreddamento.

L’energia elettrica per alimentare la pompa di calore può essere prodotta dall’impianto fotovoltaico installato sul tetto dell’edificio. In questo modo, l’energia prodotta dal fotovoltaico viene utilizzata direttamente per il riscaldamento o il raffreddamento dell’edificio, riducendo ulteriormente i costi dell’energia elettrica.

Per installare un sistema fotovoltaico con pompa di calore, è necessario valutare la dimensione dell’impianto fotovoltaico in base alle esigenze energetiche dell’edificio e alla quantità di energia necessaria per alimentare la pompa di calore. Inoltre, è necessario scegliere il tipo di pompa di calore più adatto alle esigenze dell’edificio, in base alla sua dimensione e alle condizioni climatiche locali.

Un altro vantaggio dell’installazione di un sistema fotovoltaico con pompa di calore è che può consentire di ottenere crediti d’imposta e incentivi statali per la produzione di energia rinnovabile. Inoltre, l’installazione di un sistema fotovoltaico con pompa di calore può aumentare il valore dell’edificio, poiché si tratta di un investimento che migliora l’efficienza energetica dell’edificio.

L’installazione di un sistema fotovoltaico con pompa di calore rappresenta un’ottima soluzione per ridurre i costi dell’energia e migliorare l’efficienza energetica dell’edificio. Grazie all’utilizzo dell’energia rinnovabile prodotta dall’impianto fotovoltaico, è possibile ridurre ulteriormente i costi dell’energia elettrica e ottenere crediti d’imposta e incentivi statali per la produzione di energia rinnovabile.

Condividi l'articolo

Articoli relativi

× Scrivi per informazioni