Quando le persone hanno un problema, tendenzialmente, cercano di risolverlo, per questo quando hanno a disposizione del tempo vogliono farlo da sé, cosa tra l’altro che mi riguarda in prima persona. Quindi quando vale la pena cimentarsi nel fai da te oppure no?

Analizziamo il concetto per punti:

  • Cosa mi differenzia da un professionista?
  • Ho i mezzi per finire l’opera?
  • Quale è la soluzione più efficace quando si intraprendere una ristrutturazione?

DIFFERENZA TRA TE E UN PROFESSIONISTA

La prima cosa che mi verrebbe da dire è, scusate il gioco di parole, la professionalità, ovvero, il professionista dovrebbe avere alle spalle molta più esperienza di voi, quindi saprà quantificare, in maniera più o meno esatta, quanto costa l’opera da eseguire, quanto tempo ci metterà e quale sarà il risultato finale.

Quindi quando andrete a scegliere la persona o l’impresa che farà i lavori, tenete sempre d’occhio questi tre fattori, primo sa quantificare rapidamente l’importo dei lavori, secondo si pone dei limiti di tempo e li rispetta e terzo vede al momento del preventivo il risultato finale, ovvero, sa illustrare con un certo grado di precisione quale aspetto avrà l’opera in base alle vostre richieste.

Fondamentalmente il professionista ha dedicato più tempo rispetto a voi in un campo, dunque capirete che se avete intenzione di eseguire i lavori da voi dovreste impiegare il tempo per imparare più il tempo per fare. Quindi quello che pagate fondamentalmente non è solo la manodopera ma anche l’insieme di conoscenze pregresse che voi non avete in quel campo.

So che può sembrare una cosa banale da dire ma nella maggior parte delle situazioni in cui mi sono trovato non lo è.


I MEZZI PER FINIRE L’OPERA

Ovviamente attrezzi e mezzi migliori agevolano non di poco una lavorazione edile, per questo se non disponete dei mezzi adatti non riuscirete a raggiungere l’obbiettivo nei tempi prefissati, qui sotto faccio un elenco dei mezzi e attrezzi per eseguire una ristrutturazione di modesta entità:

  • Piattaforma aerea , o autogrù ( raggiungere il vostro appartamento per ilcarico e lo scarico)
  • Impalcature a norma
  • Furgone o camioncino (non potete pensare di portare tutto il materiale con la vostra auto)
  • Martelli, trapani e avvitatori elettrici
  • Miscelatore elettrico
  • Attrezzatura varia (martelli, mazzette, cazzuole, punte ecc..)

LA SOLUZIONE PIU’ EFFICACE

Non ho accennato la parte di coordinamento che riveste una parte importante nella corretta esecuzione di un’opera edile, poiché nel caso in cui vorrai farti aiutare da degli artigiani, dovrai essere in grado ,se fai ricorso al”fai da te”, di stabilire la tempistica esatta in cui le varie figure dovranno entrare in azione.

Faccio un esempio nel rifacimento degli impianti di un appartamento, prima cosa ci sarà l’elettricista che mette in sicurezza e predispone il quadro di cantiere, poi dovrà intervenire il muratore che demolisce la pavimentazione, se non si coordinano queste due fasi avrai già perso un sacco di tempo in partenza.

Arrivando al punto, la soluzione più efficace anche la più economica poiché tempo è denaro, è quella dell’impresa di costruzioni chiavi in mano, che offre tutto quello che bisogna fare in una ristrutturazione, dalla parte burocratica e di coordinamento con un architetto/geometra, all’impresa fino ad arrivare all’imbianchino. 

Noi di Lsarch siamo una soluzione di questo tipo per fare un esempio.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *